• Home
  • >
  • Ecommerce
  • >
  • Strategie di gestione delle spedizioni nell’eCommerce

Strategie di gestione delle spedizioni nell’eCommerce

Scopri come utilizzare le spedizioni per fidelizzare i clienti del tuo eCommerce e rafforzare l’immagine del Brand.
Spedizioni Ecommerce

Tabella dei Contenuti

Avere una strategia di gestione delle spedizioni eCommerce ottimale, può determinare la differenza nella scelta di affidarsi a te oppure a un altro store, oltre a permetterti di ridurre il tasso di abbandono del carrello e incrementare le conversioni. Ecco perché è fondamentale lavorare e migliorare questo aspetto.

Con la crescita del mercato dell’eCommerce, le aspettative del cliente sulla velocità del servizio e sul prezzo sono aumentate. Giganti come Amazon, con la sua offerta Prime, hanno contribuito. Il cliente vuole avere le spese di spedizione gratis ed è disposto a pagare qualcosa in più per un servizio veloce.

Anche servizi come il ritira in negozio (Click and Collect) sono diventati molto popolari, proprio per il fatto della velocità e per risparmiare sui costi.

Come stabilire una strategia per le spedizioni del tuo eCommerce

Non c’è una strategia di spedizione per eCommerce che sia adatta a tutti i venditori, non esiste un modello universale per diversi progetti di business con volumi di affari divergenti. Dipende da vari fattori, come la tua clientela, il budget a disposizione, i tuoi margini di guadagno e naturalmente la tipologia di prodotti che andrai a vendere.

Prima di stabilire una tua strategia nella gestione delle spedizioni, devi calcolare quanto ti costerebbe. In questa stima, incidono diversi elementi:

  • il packaging,
  • l’imballaggio,
  • le spese di spedizione,
  • eventuale assicurazione sulla merce.

L’importanza del packaging nell’esperienza del cliente

Quando imposti una strategia di spedizioni per il tuo eCommerce, non puoi trascurare il packaging. Questo rappresenta quello che definiremo “il biglietto da visita”: quando il cliente riceve il tuo ordine, riceve prima il tuo logo e poi il suo contenuto. Diventa quindi importante che questa prima impressione rispecchi e sia all’altezza della tua azienda, perché è una parte essenziale nel costruire l’identità del tuo brand.

Spedizioni Ecommerce 2

Il consiglio è di puntare sulla personalizzazione: ti differenzia dai tuoi competitor, regala al cliente un’esperienza migliore, contribuisce alla tua identità di brand e alla fedeltà del consumatore al tuo negozio. Sempre più spesso assistiamo a clienti che fanno foto e video dell’unboxing, condividendo il materiale sui loro canali social. Così, facendo un piccolo investimento, ottieni pubblicità gratuita e maggiore visibilità per il tuo brand.

Puoi personalizzare il packaging usando il logo del tuo negozio, aggiungendo adesivi e nastri brandizzati per avvolgere i tuoi prodotti. Inoltre all’interno del pacco da spedire puoi inserire materiale promozionale, biglietti personalizzati e ringraziamenti.

Evita gli sprechi e scegli un packaging eco – friendly, con materiali biodegradabili che possono essere riciclati. Questa tua attenzione all’ambiente aumenta il valore del tuo brand, soprattutto perché ci sono sempre più clienti attenti alle politiche di sostenibilità.
Con packaging si intende anche la sicurezza interna del prodotto, quindi l’imballaggio.

L’imballaggio per proteggere le tue spedizioni eCommerce

Spedizioni Ecommerce 3

Una volta scelto il packaging, ragiona sul prodotto da inserire. Ci sono oggetti fragili? Ci sono componenti che possono spostarsi all’interno della scatola? Come verrà aperto il pacco?
I prodotti fragili hanno bisogno di una maggiore copertura; per garantirne un trasporto sicuro, avrai bisogno di un imballaggio.

Questi sono gli imballi più usati per le spedizioni eCommerce:

  • i cuscini d’aria, servono per riempire gli spazi vuoti e per non far muovere gli oggetti durante il trasporto;
  • il pluriball protegge la merce dagli urti;
  • il pluriball antistatico per proteggere gli apparecchi elettronici da scariche elettrostatiche;
  • le buste imbottite servono per gli oggetti di piccole dimensioni;
  • il polietilene espanso è adatto alla protezione sia di prodotti delicati che macchinari pesanti.

Ricorda che su questo tipo di materiale puoi sempre risparmiare scegliendo di ricorrere a materiale riciclato da altre spedizioni, da scarti della produzione o dalla raccolta differenziata come carta e giornali o polistirolo.

Fai attenzione al volume e al peso del pacco; queste sono due variabili che influiscono sul costo della spedizione. Quindi scegli una scatola proporzionata alla dimensione del prodotto.
Generalmente la scatola dev’essere più grande di pochi centimetri rispetto all’oggetto: una scatola troppo grande richiede più materiale protettivo, facendo aumentare il peso e quindi il costo; all’opposto, una scatola troppo piccola non permette l’inserimento di materiale protettivo, provocando urti durante il viaggio.

Quando conviene ricorrere alle spese di spedizione forfettarie?

Le spese di spedizione forfettarie sono importi di spedizione stabiliti che addebiti al cliente dopo il suo ordine.

Questa tipologia di spedizione eCommerce funziona nei casi in cui i prodotti che vendi appartengono a una linea con dimensioni e pesi simili, ad esempio un negozio che vende scarpe. In questo caso viene applicato lo stesso costo di spedizione a prescindere dal modello venduto.

Se invece il tuo store vende sia prodotti di piccole che grandi dimensioni, la spedizione forfettaria è sconsigliata, perché il costo sarà o troppo alto o troppo basso. Un cliente che spende più di spese di spedizione che di merce, è un cliente che preferirà rinunciare all’acquisto.

Come offrire le spese di spedizione gratuita

Pur essendo un incentivo alla vendita, le spese di spedizione gratuite non sono adatte a tutte le tipologie di business. Come venditore, dovrai analizzare il tuo settore, il tuo mercato e i tuoi competitor. Potresti non aver bisogno di offrire al cliente le spese di spese di spedizione e rimanere lo stesso competitivo.

Nel caso tu fossi convinto a procedere con le spese di spedizione gratuite, puoi scegliere di operare in diversi modi: ad esempio, potresti considerare di limitare quest’offerta a determinate zone geografiche, come quelle più vicine a te; oppure puoi offrire la spedizione e dare ai clienti la possibilità di pagare un extra per ricevere più velocemente l’ordine. In quest’ultimo caso il pagamento del supplemento ti aiuterebbe nell’offrire le spese di spedizione gratuite.

Altre proposte sono impostare un minimo di spesa che permetta al cliente di raggiungere le spese di spedizione gratuite (esempio: oltre i 50 euro, ti regaliamo la spedizione), in questo modo incentivi il cliente ad aumentare lo scontrino medio e riesci a coprire il costo di spedizione; oppure puoi creare delle promozioni per testare se con le spese di spedizione gratuite, le vendite aumentano.

Naturalmente le spese di spedizione non sono realmente gratuite: o tu, o il cliente, oppure entrambi, dovrete pagarle. Come puoi procedere? Puoi aumentare i prezzi dei prodotti per rientrare nei costi della spedizione (paga il cliente); puoi aumentare parzialmente il prezzo del prodotto e coprire una parte dei costi (pagate entrambi), oppure ti assumi tu interamente il carico delle spese, attingendo ai margini.

Come spedire all’estero

Considerate le leggi, spesso diverse da Paese a Paese, il regolamento e i rischi associati, molti eCommerce sono scoraggiati da vendere all’estero. Se tu ci stai pensando, inizia a porti queste domande:
I miei prodotti sono adatti ad essere spediti all’estero?
C’è richiesta dei miei prodotti all’estero?
Quale servizio di spedizione posso usare?
Quali sono le tariffe e le tasse applicate?
Quali sono le restrizioni che posso incontrare?

Spedizioni Ecommerce 4

Ricorda che devi inserire la documentazione necessaria per la dogana; i moduli sono disponibili presso qualsiasi ufficio postale locale e vanno compilati inserendo il contenuto del pacco, il prezzo e se si tratta di un regalo privato o di un acquisto commerciale.

Nel caso un pacco venisse bloccato in dogana, tieni informati i clienti. Il cliente dovrà farsi carico dei costi aggiuntivi delle dogane, in genere al momento della consegna. Chiarisci questo aspetto sul sito durante il processo di acquisto.

Consigli per ottimizzare le spedizioni del tuo eCommerce

Quando il cliente arriva al checkout, sarà tentato di abbandonare il carrello, se i costi di spedizione non rispecchiano quelli attesi. Quindi fai in modo da rendere chiari sul tuo eCommerce, per esempio in alto sul sito, i costi di spedizione prima che il cliente giunga a quella fase.

Per il cliente è fondamentale sapere quando riceverà l’ordine, quindi assicurati di inserire i giorni impiegati per arrivare. Fornisci loro un numero di tracking, in modo che possano seguire la spedizione e ricevere aggiornamenti, magari anche via email o telefono. Questo può far risparmiare tempo ed evitare la frustrazione del cliente, che apprezza una comunicazione chiara.

Soprattutto nel caso in cui tu gestisca merce di valore alto, fai l’assicurazione sulla spedizione. Questa protegge il cliente, ma anche te se dovessero nascere controversie su prodotti mancanti o danneggiati.

Tante piccole aziende scrivono a mano i dati del destinatario, questo diventa difficile da portare avanti con un volume di affari crescente. In questo caso, ricorri a piattaforme o software per eCommerce che presentano un generatore di etichette. Questo ti consente di stampare gli indirizzi dalla pagina ordini, in modo da applicarli direttamente sui pacchi.

Autore dell'articolo

Raffaele Tateo